Vacanze in barca a vela
VACANZE, CROCIERE, CORSI E SCUOLA DI BARCA A VELA MEDITERRANEO E CARAIBI

Clicca sugli skipper per
barche e programmi


  • OMERO MORETTI

  • crociere, corsi e vacanze in barca a vela: Sardegna, Corsica, Caraibi

  • ANTONIO GIOVANNINI

  • Traversate e scuola-vela d'altura

  • GIOVANNI LECCHINI

  • Is.Toscane, Corsica, Grenadines

  • CARLO LAI

  • Sardegna sud, Egadi, Baleari, Caraibi

  • LORENZO SALA

  • Noleggio imbarcazioni senza skipper

    Tel. 0584/22088 - 338/4981399
    MAIL: CSO@SKIPPEROCEANICI.IT
    Compagnia degli Skippers Oceanici

    Navigazione d'altura in Mediterraneo e Traversata atlantica

    La traversata atlantica è il sogno della maggior parte dei velisti mediterranei: l'aliseo, l'onda lunga dell'oceano, le settimane di mare senza vedere terra sono esperienze che chi naviga non può non sognare. E sono esperienze di vita, oltre che di navigazione: il rapporto con una natura assoluta e con i compagni di navigazione, il ritorno a una vita fatta di essenzialità e libertà.

    La traversata atlantica da est a ovest, quella "di andata", è composta da diverse tratte, ognuna delle quali rappresenta un'ottima esperienza di apprendimento delle tecniche di navigazione. Ci sono le tratte di altura in Mediterraneo, la tratta dalla Spagna alle Canarie attraverso Gibilterra (ottimo punto di partenza per "assaggiare" la navigazione in oceano), e la traversata vera e propria dalle Canarie alla Martinica. Sono in tutto oltre 4.000 miglia che si percorrono in 3 mesi (comprese le soste), ma potete imbarcarvi per una, due o tre settimane a seconda della tratta che sceglierete.

    Tratta
    Date e durata
    Prezzi indicativi
    Italia - Baleari
    Settembre - 1 o 2 settimane
    500 Euro
    Almerimar  - Gibilterra - Canarie
    Fine ottobre - 10 giorni
    900 Euro
    Canarie - Caraibi
    Fine novembre - 3 settimane  2.600 Euro

    In primavera è tempo invece della più impegnativa traversata di ritorno verso il Mediterraneo, da ovest a est, con varie tratte: Martinica-Azzorre, Azzorre-Gibilterra-Malaga, Malaga-Baleari-Italia. Quella di ritorno è senz'altro la traversata più varia e interessante dal punto di vista della metereologia e della scelta della rotta. Ed è la traversata che forma veri marinai, considerando che l'oceano Atlantico sopra i 30° di latitudine è ben diverso da quello della fascia degli Alisei (10°-25° di latitudine), in genere piuttosto tranquillo, che si affronta all'andata.

    Tratta
    Date e durata
    Prezzi indicativi
    Martinica - Azzorre
    Aprile - 3 settimane
    1.700 Euro
    Azzorre - Gibilterra - Malaga
    Maggio - 10 giorni 900 Euro
    Malaga - Baleari
    Maggio - 1 settimana 450 Euro
    Baleari - Italia Maggio - 1 settimana 500 Euro




    traversata atlantica gennaker

    traversata atlantica spinnaker

    traversata atlantica a vela freya

    traversata atlantica in barca a vela bussola

    rotta traversata atlantica

    Clicca qui per vedere la barca

    INFORMAZIONI E CONTATTI
    Per informazioni dettagliate, per suggerimenti sulle migliori tariffe aeree e per ogni altra domanda contattateci in ufficio:
    TELEFONO +39 0584 22088
    CELLULARE +39 338 4981399
    MAIL cso@skipperoceanici.it

    Perché si decide di fare una traversata atlantica a vela, impiegandoci mesi, quando in poche ore di aereo si possono raggiungere gli stessi posti? Perché è il viaggio che conta, la meta serve solo a ricordarci che anche l'oceano, quell'oceano che ci sembra infinito e indomabile nelle notti di navigazione, finisce. Perché si vuole affinare la nostra capacità di andare a vela, si vuole diventare marinai migliori, persone più forti, mettersi alla prova, imparare a prendere decisioni velocemente e sotto pressione. Non importa quale sia il motivo che vi spinge, sarà un'esperienza che non dimenticherete mai.
    A bordo
    sarete membri dell'equipaggio, e non ospiti in vacanza: si stabilisce un sistema di turni per il timone, la guardia e la corvée. Mi assisterete in tutto ciò che riguarda la preparazione e la conduzione della barca, lo studio della rotta e delle carte meteo, l'utilizzo degli strumenti di bordo.

    All'andata affronteremo prima il Mediterraneo, partendo da Palau, passando lo stretto dei Fornelli tra Stintino e l'Asinara, e poi cominciando a tenere rotta sud-ovest per atterrare a Minorca o Maiorca a seconda delle condizioni meteorologiche. Da Minorca una bella settimana di navigazione e relax tra le isole Baleari, che con la loro stagione lunga ci permetteranno di godere ancora del mare. Da Almerimar, dove lascerò Freya a riposarsi un po', si riparte per una bella tratta: quella che porta a uscire da Gibilterra e a macinare le prime centinaia di miglia in oceano fino ad arrivare alle Canarie. Ancora un po' di relax tra queste affascinanti isole da scoprire tanto dal mare che via terra, e poi la preparazione per la tratta lunga, le 2.900 miglia che separano Tenerife dalla Martinica.

    Al ritorno dalla partenza per i Caraibi circa 2.500 miglia ci separano da Faial, la prima delle Isole Azzorre che toccheremo: 2.500 miglia di navigazione impegnativa che per i primi giorni, fino al 30° di latitudine, comporta in media andature di prua (più o meno larghe) e molta scomodità. Dovremo cercare la rotta migliore per raggiungere le Azzorre nella situazione metereologica spesso complessa dell'Atlantico del Nord, e quando le raggiungeremo ci potremo abbandonare ai festeggiamenti nel mitico Bar Peter di Horta. Da Sao Miguel, la più orientale delle Azzorre, riparto per raggiungere Gibilterra ed entrare finalmente di nuovo in Mediterraneo: 1.000 miglia in cui ho incontrato davvero tutte le condizioni di vento e mare. E infine la risalita del Mediterraneo, lungo la costa spagnola, tra le belle Baleari, il Golfo del Leone e, a seconda delle condizioni, la Corsica o la Costa Azzurra per atterrare infine a Porto Venere.


    Pagina precedente